venerdì 31 ottobre 2014

Il vitalizio dei furbetti del quartierino.

Stiamo assistendo inermi ad un attacco concentrico ai lavoratori dipendenti: stanno svalutando il lavoro con salari da fame e pensioni da terzo mondo! Oggi lavorare per quarant’anni ad uno stipendio di 1.200 euro al mese, equivale ad andare in pensione con appena 800 euro di assegno previdenziale e senza liquidazione, perché il governo delle cicale ha deciso di mettere il Tfr in busta paga! Ma allora che senso ha continuare a versare i contributi all’Inps se poi a fine rapporto si riscuote una pensione di qualche euro superiore a quella sociale? Capita così, in questo “grande paese”, che chi non ha mai versato un centesimo di contributo previdenziale e ha messo da parte centinaia di migliaia di euro, magari lavorando in nero, al compimento dei 65 anni va a riscuotere la pensione sociale: 600 euro al mese, col diritto ad esenzioni e agevolazioni che un lavoratore dipendente dopo 40 anni di contributi neppure si sogna! Insomma, ai famigerati vitalizi della casta, fa da eco il vitalizio dei furbetti del quartierino! Questa è l’Italia. Un paese che premia i furbetti e si accanisce con gli onesti!

Balzelli d'Italia: una tassa ogni due giorni!

Nei prossimi mesi di novembre e di dicembre le imprese e le famiglie italiane saranno chiamate a versare oltre 91 miliardi di euro di imposte. Tra il versamento delle ritenute Irpef dei dipendenti e dei collaboratori familiari, le ritenute in capo ai lavoratori autonomi, l’Iva, gli acconti Irpef, Ires e Irap, il versamento dell’ultima rata dell’Imu e della Tasi, le aziende dovranno onorare 25 scadenze fiscali: in linea teorica una ogni 2 giorni. Una pioggia di scadenze

Essere di sinistra significa...

di Maria Pia Caporuscio. Ma come fanno a non vergognarsi questi politicanti che ancora continuano a definirsi di “sinistra”, dopo averla rinnegata e tradita quali moderni Giuda, per gettarsi nelle braccia di chi assicurava loro le poltrone? Con quale coraggio osano definirsi tali, offendendo l’intelligenza degli italiani e la stessa parola “sinistra”? Come osano pretendere che si creda alle loro bugie e chiedere ancora i voti agli italiani onesti, che hanno creduto e ancora vogliono credere, di poter contare su un partito di vera sinistra? Ma lo sanno cosa significa essere di sinistra? Essere di sinistra significa esattamente l’opposto di quel partito chiamato PD, che senza ritegno (se non privo di scrupoli) si allea con la destra per rimanere al potere. Essere di sinistra significa giustizia sociale, giustizia giusta e giustizia uguale per tutti. Essere di sinistra significa essere liberi

Telecom aumenta il canone e raddoppia il costo delle chiamate.

Il telefono la tua croce, altro che la tua voce! Un contratto di attivazione di "Linea telefonica e Adsl" costa minimo 44 euro al mese, senza limiti - reclamizzano i gestori - a parte quelli di chi si vede costretto a pagare certi costi a fronte di stipendi e pensioni da terzo mondo! In un Paese dove la concorrenza gioca sempre e comunque al rialzo - in qualsiasi settore, dalla luce al gas,

giovedì 30 ottobre 2014

Presto gli italiani presenteranno il conto pure a Renzi!

Matteo Renzi ha capito tutto. Ha capito che il sindacato non conta più nulla, grazie a decenni di svendita dei lavoratori in cambio di quello che ormai è sotto gli occhi di tutti, e che l’opposizione non esiste più, dopo le recenti batoste elettorali incassate dai 5stelle e l’appiattimento della destra sulle posizioni del Pd. E lui, sguazza felice e contento nel vuoto più assoluto che si ritrova intorno, e li lascia sfogare, facendoli cuocere nel loro stesso brodo! Lo ha detto lo stesso Renzi che il governo di tanto in tanto “ascolta tutti”, ma poi decide in base a quello che… la Troika gli detta giorno per giorno. Ma quest’ultimo passaggio lui non lo ha mai ammesso e si guarda bene dal farlo, anche se poi la realtà dei fatti è talmente evidente che persino una "persona normale" può facilmente intuirlo.

No all'open space, i deputati vogliono l'ufficio privato!

di Grazia Nonis. Com’è possibile che 405 deputati, come tante donnicciole frignanti ed in puro stile Melagna la lagna, osino votare NO ad un ufficio open space per non dover rinunciare al  gabinetto singolo/personale? E' presto detto: perché non potrebbero più ostentare quello privato e di lusso sito a Palazzo Marini e dal quale devono sloggiare... In questo meraviglioso elegante edificio si sono spesi per vari lustri fino ad oggi, e tra annessi e connessi,  32,5 milioni d’affitto all’anno.

E dopo i 'manganelli' le 2 Sinistre si parlano.

Ci volevano “i manganelli” perché il presidente del consiglio ricevesse i sindacati a Palazzo Chigi, e 'dialogasse' con quel Landini che rappresenta l'altra Sinistra del Paese, dopo gli scontri di ieri a Roma tra la polizia e le centinaia di operai dell'Acciaieria di Terni che manifestavano contro il piano industriale di ThyssenKrupp. I dimostranti hanno denunciato di essere stati manganellati. Quattro operai sono stati soccorsi, due sono finiti in ospedale con ferite alla testa. Maurizio Landini, segretario Fiom, che era nel corteo, ha confermato: 'Appena siamo partiti, siamo stati caricati senza alcuna motivazione. Anch'io ho preso le botte dai poliziotti. Ci hanno menato, non siamo delinquenti. Ma non finisce qui'. La Questura di Roma risponde che gli operai "volevano andare verso la stazione Termini e occupare lo scalo romano, hanno forzato il cordone delle forze di polizia e per questo c'è stata una carica di contenimento. Nel tentativo di creare un corteo non autorizzato verso la Stazione Termini sono stati tirati oggetti contro le forze dell'ordine e un funzionario e tre

Roma non ama più il suo sindaco!

Ignazio Marino non ride più: bocciato da otto romani su dieci! Questo è quanto emerge dal sondaggio Swg nel quale il Sindaco di Roma viene colpito e affondato come un 'sottomarino' nemico dall'80% dei romani! Otto romani su dieci gli preferirebbero qualcun altro alla guida del Campidoglio e se oggi si tornasse alle urne,

I politici? Devono diventare precari come tutti gli altri!

di Maria Pia Caporuscio. Ci si chiede perché mentre a tutti gli italiani (che lavorano sul serio) viene negato il diritto di conservarsi un lavoro, di affezionarsi ad esso, di specializzarsi nel realizzarlo al meglio, nonostante il guadagno sia sempre lo stesso: mille euro al mese, mentre chi decide che non deve più esistere il “posto fisso” precarizzando tutti e rendendoli indifesi, insicuri e precari anche nella vita privata, conserva quel “posto fisso” finché morte non lo colga?

La chiave per l’orgasmo femminile è il “pene femminile”!

Ricalcola percorso... dopo la sensazionale notizia secondo la quale il "punto g" non sarebbe mai esistito, adesso ci fanno sapere che pure l'orgasmo vaginale è una pura invenzione. La mappa del piacere femminile, diventa quindi più semplice ed accessibile, e ci si può tranquillamente arrivare senza... tom tom. Secondo un recente studio, infatti, non esisterebbero due tipologie di piacere femminile: quello clitorideo e quello vaginale, ma solo una. Il "punto g" non esiste, così come non esiste un orgasmo

mercoledì 29 ottobre 2014

Per Renzi 'il cambiamento' è assecondare la upper class.

di Gerardo Lisco. Insieme a rottamazione, gufi e rosiconi il termine più usato da Renzi e dai renziani è “cambiamento”. La Boschi si è spinta fino ad affermare che la Sinistra è tale solo se asseconda i cambiamenti . Cosa significa cambiamento? Il cambiamento è ciò che connota la Storia dell’umanità. Cambiamento è il passaggio dal mondo antico a quello moderno e contemporaneo.

Cgil e vecchi Pci ai ferri corti con Renzi, ma nessuna scissione!

Una volta si diceva che "i panni sporchi è meglio lavarli in casa", ma evidentemente la sinistra italiana, che una "vera casa" non ce l'ha mai avuta, preferisce mettere in piazza le proprie beghe interne. Un fatto ormai è evidente a tutti: "renziani" e "frondisti" sono ai ferri corti! Quindi, per la ragione di cui sopra, non si può dire che siano separati in casa, ma "separati" punto e basta! "Sono rimasta molto turbata dalle parole di Camusso che dice oggi a qualche giornale che Renzi è al governo per i poteri forti. Potrei ricordare che la Camusso è eletta con tessere false o che la piazza è stata riempita con pullman pagati, ma non lo

Al largo di Malta, solidarietà o convenienza?

di Rodolfo Bava. Nel corso del pomeriggio di giovedì 23 ottobre, su un canale televisivo, ci hanno elargito un episodio che, a primo acchito, è apparso intriso di una straordinaria solidarietà; ma, poi, ragionando un pò si potrebbe “scoprire” che non è la solidarietà ad ispirare i “promotori” (o “suggeritori”?), bensì la convenienza (forse).

La rivincita degli uomini con la pancetta!

Alle donne, si sa, non dispiacciono affatto gli addominali a “tartaruga” del maschio, peccato però che alla forma non sempre corrisponda la sostanza, soprattutto sotto le lenzuola. Dalla Turchia, infatti, arriva uno studio secondo il quale gli uomini con la pancia durano di più a letto: circa 8 ore in più in un anno rispetto a quelli magri e palestrati. Insomma, qualche chilo di troppo tra le lenzuola aiuta gli uomini con la “terribile” pancetta, odiosa d'estate da mostrare in spiaggia,

martedì 28 ottobre 2014

Lavorare meno e lavorare tutti, per tornare a vivere!

Leopolda. San Giovanni. Arcore. Silenzio. Adesso parlo io. Certo, che ci sono migliaia di disoccupati, o meglio di lavoratori giovani e meno giovani che non sono ufficialmente "occupati", ma che poi "in nero" - anche se con le dovute eccezioni del caso che però confermano la triste piaga di un'Italia che evade, elude, corrompe e schiavizza

Piazza del Pantheon, che vergogna!

di Luca M. Vorrei segnalarvi lo scandalo di Piazza del Pantheon nel centro storico della Capitale. Venditori ambulanti di merce contraffatta nelle vie adiacenti fin sulla piazza con l'aggravante che lì al Pantheon c'erano vigili, carabinieri, polizia. Mi sono rivolto ai vigili e la risposta è stata che loro non si potevano spostare perché dovevano presidiare la piazza. Mi sono rivolto poi ai carabinieri e anche in quel caso la risposta è stata che loro erano lì per una manifestazione, che non era in corso, e

Cibo: oggi la priorità è il prezzo non più la qualità!

Quando i conti in casa faticano a quadrare non si può essere schizzinosi più di tanto nel mangiare e al supermercato la mano va in automatico a mettere nel carrello della spesa i prodotti meno cari, le offerte e quello che costa di meno e sazia di più! Con la crisi economica che insiste e persiste, la qualità del cibo non è più in cima ai pensieri degli italiani: adesso come adesso la priorità è il prezzo! Questo è il messaggio che arriva dal "Salone del Gusto-Terra Madre", dove si celebra, assaggia, acquista il cibo "buono, pulito e gustoso" che, proprio per soddisfare

lunedì 27 ottobre 2014

Leopolda o San Giovanni? Con Renzi, o con la Cgil?

di Alberto Airola, M5S. Pare che non ci sia alternativa: o stai con Renzi, o con la Cgil. O con la Leopolda, o con piazza San Giovanni. Ma la stragrande maggioranza degli italiani oggi non sta con nessuno dei due, perché non si sente rappresentata né da questo governo della 'fuffa' e dei poteri forti, né da sindacati che ormai proteggono solo se stessi. Alla Leopolda c'è una pletora di cortigiani, vecchi e nuovi, in cerca di una poltrona dalle parti del Re Sole. E fa sorridere che alcuni di questi, convertiti al renzismo per convenienza, in altre

Escort fa più chic di prostituta!

di Grazia Nonis. Per non urtare l’altrui sensibilità abbiamo messo al bando “cieco, sordo, zoppo e disabile” sostituendoli con “non vedente, non udente, claudicante e diversamente abile” e ancora “domestica, bidello, spazzino” divenuti “colf, collaboratore scolastico e operatore ecologico”. Non ultima la escort, termine chic da utilizzare per chi si vende tra

venerdì 24 ottobre 2014

E’ un Berlusconi “diverso” quello di oggi, è un Renzusconi!

E’ un Berlusconi “diverso” quello che apre alle unioni gay e al diritto di cittadinanza dei figli degli immigrati. E’ un Berlusconi “diverso”, più di sinistra che di destra, quello che ci stanno restituendo i servizi sociali. E’ un Berlusconi “diverso” quello che, dopo aver rinunciato al Cavalierato e al Pdl, non ha nessuna difficoltà ad ammettere pubblicamente il suo “amore” per Matteo Renzi, senza nascondere il rammarico di esserselo fatto scappare quando muoveva i primi passi alla “Ruota della Fortuna”. E’ un Berlusconi “diverso” quello che non ha nessun imbarazzo ad invitare a cena, nella Villa dei festini, Vladimir Luxuria per consegnare alla storia il selfie del terzo millennio: “Pascale-Berlusconi-Luxuria”.

...ci hanno consegnati a mastro Titta!

di Maria Pia Caporuscio. O la borsa o la vita... erano le maniere con cui i ladri terrorizzavano i poveri cristi puntandogli contro una pistola, per derubarli. Ora questo sistema viene usato dai governanti (agli ordini delle banche mondiali e delle multinazionali) contro la classe lavoratrice. Insieme questi usurai, hanno sganciato sui lavoratori una bomba a orologeria per privarli del lavoro, affamarli e umiliarli prima di schiavizzarli. Questo crimine, che fanno passare per “risanamento”, non è altro che una spinta per buttare giù dalle scale intere generazioni. Si tratta di un vero e proprio saccheggio non solo economico ma morale e civile di vite umane, da offrire a quel gruppo di carnefici che da sempre vive succhiando il sangue dei lavoratori come veri vampiri:

L'Italia va a puttane e il pil si risolleva!

Prostituzione, droga e sigarette di contrabbando, così il Belpaese si slava dalla recessione! Sarebbero queste, almeno secondo la stampa internazionale, le risorse in grado di risollevare l'economia italiana e portare il Paese fuori dalla crisi. Con l'entrata in vigore di Esa 2010, un nuovo calcolo della contabilità pubblica che obbliga i paesi dell’Unione a inserire nel Pil alcune attività illegali, i dati Istat mostrano il balzo dell'Italia

Frantoi chiusi: crolla il raccolto e decollano i prezzi dell'extravergine!

Tempi bui anche per l'extravergine d'oliva! A lanciare l'sos per la campagna olearia 2014-15 è Coldiretti: la produzione di olio di oliva crolla in tutto il mondo, non solo in Italia, e i prezzi schizzano alle stelle soprattutto per l’extravergine. La produzione mondiale di olio d’oliva dovrebbe scendere a 2,9 milioni di tonnellate per via del dimezzamento dei raccolti in Spagna, che detiene il primato mondiale con meno di un milione di tonnellate (la principale regione produttrice è l’Andalusia) e, proprio negli ultimi 12 mesi è stato registrato che l’olio d’oliva vergine è aumentato del 17%. L’Italia, vittima l’andamento climatico, subisce un crollo del raccolto tra il 35 e 50% solo al nord, ma la situazione nel centro-sud non è da considerarsi molto diversa, specie per la Puglia, la principale regione di produzione, con cali nel Salento, ma anche nella zona di Monopoli e del Gargano. Proprio a Bari, ad inizio raccolta delle olive, i prezzi sono saliti del 38% rispetto allo stesso periodo del 2013.

Questione di centimetri....

di Massimo Gramellini. Il Vaticano apre ai gay e il parroco di Gesico, provincia di Cagliari, chiude alle minigonne. Con tanto di disegnino affisso sul portone della chiesa e di sagoma del diavolo cancellata con una ics. Le riflessioni sarebbero innumerevoli, ma presuppongono tutte un trattamento della notizia improntato alla gravità. E invece questo prete ossessionato dalla lunghezza degli orli irrompe nello spettacolo quotidiano dell’attualità con uno spirito da ultimo kamikaze che mette quasi tenerezza.

Lancette indietro di un'ora: si dorme di più!

L'inverno si avvicina e come ogni anno è tempo di cambiare l'ora. Questo weekend, nella notte tra il 25 e il 26 ottobre 2014 le lancette dell'orologio si sposteranno un'ora indietro. L'ora legale, che ha dato un po' di luce in più alla nostra primavera ed alla nostra estate, lascerà il posto all’ora solare, quella tipicamente invernale. Il cambio, come di consueto, avverrà l'ultima domenica di ottobre: le lancette una volta arrivate alle

giovedì 23 ottobre 2014

Nuovo record del debito pubblico: 2.168.855 milioni di euro!

Il debito della pubblica amministrazione in Italia ha raggiunto quota 133,8% nel secondo semestre di quest'anno, pari a 2.168.855 milioni di euro. Lo ha reso noto Eurostat. Rispetto al trimestre precedente, quando era pari al 130,7% del Pil, il debito pubblico italiano ha registrato una crescita de 3,1%. E il Def appena varato dal governo Renzi rinvia il raggiungimento degli obiettivi di bilancio di medio termine al 2017, violando così le regole del Patto di stabilità, in particolare quelle sul debito, facendo infuriare la Troika! La Commissione Europea, già in contatto con l'Italia, chiede "spiegazioni".

Gli 80 euro di cuneo fiscale sono incostituzionali!

Discriminare una fetta di lavoratori dipendenti e tagliare soltanto ad alcuni le tasse sul lavoro rimettendogli in busta paga 80 euro, per poi andare a prelevare i fondi necessari a garantire il “bonus” dalle tasche degli stessi beneficiari e di coloro che ne sono rimasti “fuori” aumentando l'imposizione fiscale, bloccando i contratti di lavoro, non adeguando le pensioni al costo della vita e raddoppiando le addizionali comunali e regionali per finanziare i vitalizi dei politici e quegli stessi 80 euro, è una palese stortura. E' incostituzionale! Quegli  80 euro vanno a cozzare contro i principi fondamentali della Costituzione Italiana: la dignità e la uguaglianza dei cittadini. Il bonus è incostituzionale perché discrimina i lavoratori, essendo elargito solo ad alcune categorie di reddito escludendo proprio quelli che hanno retribuzioni più basse: lavoratori autonomi, pensionati, disoccupati, incapienti! E poi, chi va a controllare se i beneficiari hanno dei beni al sole o se il coniuge guadagna parecchie migliaia di euro al mese? E poi, non è vero, come ha propagandato Matteo Renzi sui media, che si tratta

Jobs Act: la nostra vita non è un gioco! Roma - Assemblea Nazionale.

di ACT-AgireCostruireTrasformare. Di lavoro e di precarietà si parla tanto, in queste settimane. Tutti criticano la precarietà e tutti sembrano preoccupati dei livelli ormai drammatici di disoccupazione, in particolare giovanile. Tutti dicono che bisogna cambiare il mercato del lavoro, ma in pochi sono disposti o favorevoli a cambiarlo in meglio. Nel frattempo, nelle nostre vite, nulla cambia, se non in peggioLa legge delega sul lavoro, il cosiddetto Jobs Act, continua esattamente sulla strada percorsa dai precedenti governi:

Alimentazione: attenzione ai 4 veleni bianchi!

Sale, zucchero, farina e latte sono i cosiddetti "4 veleni bianchi" che rovinano la nostra salute in silenzio. Il bello è che li assumiamo quotidianamente nel nostro organismo tutti i giorni e senza badarci troppo. Fatalità vuole che questi 4 alimenti siano bianchi come il colore della purezza e del candore, ma salutari non lo sono affatto per il nostro organismo.

mercoledì 22 ottobre 2014

Bonus bebè: ogni lasciata è persa!

di Gianni e Pinotta. Stamattina io e mia moglie, che non abbiamo rapporti sessuali dall’estate del 1995, ci siamo guardati negli occhi e nelle nostre pupille, dietro le cataratte, si sono accesi come gli special di un flipper “gli ottanta euro del bonus bebè”! E abbiamo pensato: non ci hanno dato gli ottanta euro di cuneo fiscale, ma non vogliamo restare fuori anche da questi 80 euro di bonus alle neo mamme! Io ho ottant’anni e mia moglie ne compie, proprio domani, settantacinque. Siamo pensionati e in tutto

GLI ARTICOLI PIU' LETTI DELLA SETTIMANA

freeskipper